PERSI I VALORI

Ciao a tutti i lettori, oggi voglio proprio andare giù dritto forse pesante perché stiamo proprio non capendo più nulla della società, dell’esistenza, dell’umanità. Spero che la vediate come sfogo e come critica mega costruttiva, infatti vi scriverò alcuni passaggi di quel che sta succedendo: la “pacchia”  è finita ! come si dice nei dialetti, si intendeva il divertimento, perché sono stati toccati dei principi molto importanti che nei secoli abbiamo conquistato con lotte e sudori e vederli infrangere da persone insulse senza dignità, vergogna imponendo la loro a questa società capitalistica falsa, soprattutto in italia, piena di finti perbenisti proprio per il fatto che si è sgretolato tutto, non ve nessuna certezza del domani se andiamo avanti con questa linea che si vede ovunque, dal calcio, che rende tutto più grande, questi calciatori diventati merce, politici peggio dei ladri perché a norma di legge, salvati dal sistema “casta” si spera ancora per poco, comunque siamo in una bolla che sta esplodendo poi tutti sti morti sul lavoro, tutti giovani senza futuro é ?!?!?! cosa facciamo ce ne andiamo dal bel paese, nooooo !! bisogna stare e fare la rivoluzione, le cose ci sono basta informarsi basta usare la rete controllare. Siamo caduti in un LIMBO proprio come diceva DANTE, non sappiamo più nulla abbiamo perso tutti i possibili valori anche delle parole stesse grazie a questi social sempre più strizzacervelli, facciamo e non sappiamo un perché: L’identità, l’uomo, dove siamo nati ? ce le poniamo queste domande.. ok volete l’anarchia prendetevela fatela vostra, non sapete prenderla allora prendete atto che siete solamente dei FANNULLONI, IPOCRITI E BUGIARDI soprattutto a dire “ti amo” su un whatsapp quando manco non si conosce la persona; stiamo cadendo in un tranello enorme, dobbiamo subito prendere e RICOSTRUIRE UNA SOCIETÀ DI VALORI, PARTENDO DALLE FONDAMENTA RIMASTE DI QUESTA VECCHIA !!

DATE UN CONTRIBUTO ANCHE VOI INVECE CHE LAMENTARVI E NON FARE NULLA, NON SPRECATE LA VITA PRENDETE DECISIONI, SBAGLIATE PURE MA CON UMANITÀ, NON SCAPPATE PERCHÈ è PROPRIO QUI CHE SERVONO I CAMPIONI E GLI EROI,

SIAMO LA NAZIONE PIU BELLA DEL MONDO !

CIAO CARISSIMI  vi allego un video i padroni

Annunci

STATO = EDUCARE

l’individuo non può star da solo e quindi come dice Aristotele è un’animale sociale, quindi noi tutti dobbiamo occuparci della vita quotidiana, la Politica è la nostra cosa comune, se non siamo capaci di stare assieme allora siamo delle belve o un divinità /dio... La politica è l’ambito del sapere formato da intellettuali /filosofi (Platone) o persone che si dedicano alla conoscenza con formazione (Aristotele). La Politìa era la forma di governo più bella perché era del popolo che lo esercitava nel bene comune mentre la democrazia è si positiva ma che possa esercitare il potere alla maggioranza, cioè da poveri e quindi userà il potere solo per essi e non per tutti. Questo è un risalto importante come lo è al giorno d’oggi. 

E pensare che la filosofia aveva previsto tutto perfino i cambiamenti per i nuovi “filosofi”, i sofisti i quali all’inizio erano con i cittadini per discutere nell’assemblea di una RETORICA poi nel tempo vennero a insegnare a pagamento, sapendo che filosofia è ricerca del sapere questi essendo sapienti non ricercavano quindi divennero falsi sapienti;  ecco che la SOFISTICA ha questa involuzione, la si concepiva come insegnamento per tutti ma Platone stesso la dichiarò sapere apparente e venduto, di fatti tutt’oggi gira ancora il termine “sofisma” ragionamento ingannevole; Stiamo attenti alle informazioni pilotate dal sistema e da chi le scrive.

1dc480962ca2e2ff80a3f30c1b0179b9

Ricordando che se si sa (il sapere) non si ricerca allora non si fa filosofia quindi per Socrate è la continua ricerca un punto importante del sapere perché come disse anche Einstein “l’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento, il dubbio è un potere enorme perché ti fa delle domande sempre a cui devi rispondere quindi mettersi in discussione.   Nel dettaglio per Platone abbiamo 3 categorie: 1. filosofi 2. guerrieri 3. produttori ; Rousseau invece il maestro della democrazia collega il contratto sociale con l’emilio, creare lo stato educatore e il cittadino cosciente con una formazione e dando un contributo attivo in ambito sociale attraverso la democrazia diretta, cioè costruire piccole comunità autogestite che coordinano tra di loro formando federazioni (molto simile a quello che il movimento 5 stelle sta facendo). Quindi la volontà generale è a carattere unitario perché è bene che all’interno dello stato ci siano cittadini liberi e non associazioni parziali che rappresenterebbero interessi particolari. 

Entrando nel particolare e da punti di vista diversi è quello di MARSHALL che però distingue i diritti del cittadino, 1. diritti civili, cioè le libertà negative lo stato garantisce ma non interviene, 2. diritti politici la possibilità di eleggere, 3. diritti sociali garantiti e nel quale lo stato spende per il cittadino (la salute, la scuola..). 

La stessa cosa le leggi che secondo Protagora sono convenzionali cioè create da maggioranze politiche e modificabili, ma senza regole l’uomo non può vivere in (oggetto di più discussioni) una comunità. La legge impone disuguaglianza di per sè… come pensiero finale possiamo liberarci da queste separazioni tipo persone libere e schiave? siamo tutti uguali al mondo !! siamo nel COSMOPOLITISMO !!

 

LA SEMPLICITÁ

ANALIZZANDO .. dalla tecnologia che negli ultimi decenni si è evoluta tantissimo dalle ricerche effettuate prima, possiamo usufruire noi cittadini di prodotti terminati, i cosidetti, finiti; cioè tutti possono avere tutto. Bisogna considerare i diritti, l’acqua la salute la casa .. queste cose dei beni che non si possono togliere ai cittadini, definendoli inalienabili.

Partendo dai social, abbiamo la possibilità di confrontarci con tutti in diretta attraverso file audio, video, immagini, lettere, post o articoli (blog/siti), ma vengono meno le relazioni umane e siamo sempre più paurosi di vivere umanamente la vita. quindi stiamo attenti e non ficchiamoci troppo il naso, cerchiamo di capire che queste tecnologie ci servono molto ma che possiamo farne a meno o specialmente non dobbiamo abusarne per poi diventarne DROGATI.

Da questa situazione possiamo capire come il MONDO del LAVORO E SCOLASTICO si siano veramente DISTACCATI, perciò per risistemare dobbiamo inserire la tecnologia gradualmente e puntare ad eliminare il cartaceo sempre di più e far lavorare gli alunni con computer o tablet. Non solo utilizzare i tirocini per “testare” i giovani per fargli approfondire come si lavora per poi essere assunti oppure continuando a cercare quel che fa per voi, sempre alla ricerca della vostra idea, concetto che volete perseguire della vita, per tanto crederci sempre, MOLLARE solo dopo aver dato il 101%!!

La semplicità come primo passo “per un cerchio di vita“; perché io credo che arrivati ad un certo punto l’umanità si fermerà seppur continuando a migliorare, ma sarà satura, cioè avrà raggiunto la quasi perfezione in tutto, nel suo complesso di società, di organizzazione culturale a partire dall’ONESTÁ, ALLA SINCERITÀ, ALL’EDUCAZIONE, ALLA RESPONSABILITÀ ALL’AMORE AI DIRITTI PER FINIRE ALLA PACE VERA TRA POPOLI !!

IL BENE DEVE SEMPRE TRIONFARE … sempre se si tratti di questo ma con l’aggiunta di AMORE, INTELLIGENZA, IMMAGINAZIONE, SENSAZIONI E CAPACITÀ RELATIVE

LA VITA

La vita come opportunità, l’amore come percorso come costruzione di un mondo tuo, che decidi tu stesso di affrontare attraverso sfide giuste e sbagliate, sempre  in un cerchio, in un insieme preciso e specifico di obiettivi.

Andando nel dettaglio del significato dell’amore, possiamo trovare:

  1. AMORE PER AMICIZIA
  2. AMORE PER LA LA CONOSCENZA

Dobbiamo immaginare un mondo con al centro il potere dell’AMORE non i soldi. Platone ha puntato sull’EROS, dedicato alla bellezza esistente, L’AMORE PER IL CORPO ! mentre AGAPE, è un’amore dettato dall’anima, “puro”.

Ritornando tra noi, con il termine “vita” dobbiamo renderci conto dell’importanza che ci è stata data da un DIO, da qualcuno che ci ha chiamato per rendere l’umanità migliore per migliorare la vita, per riconoscere sentimenti, per amare (proprio come dice Nek nella sua canzone); l’uomo non sarà mai una macchina, non sprechiamo questa opportunità per essere ALTRUISTI VERSO QUALCUNO per arrivare ad UNA COMMUNITY come nei giochi, cioè, amarsi in tutto ciò che si crede e non solo ma aprirsi a 360° perché si possa ambire all’utopia essere spinti fino all’infinito, mai porsi limiti, non c’è nulla da perdere davanti alla vita, quindi “non sprechiamo il nostro tempo vivendo la vita di altri ma cercando di unire i puntini e credere al destino, al karma, all’istinto a qualsiasi cosa, perché unendo questi puntini e credere con il vostro cuore vi farà capire cosa volete fare. Ricercate sempre, perché bisogna amare quello che si fa, che sia il lavoro o sport o altro non importa, basta seguire un cammino. “SIATE NUDI”Steve jobs tenne un discorso ai laureati di Stanford nel 2005 spiegando queste 3 cose: unire i puntini, amore e perdita.

Quindi ogni giorno dovete pensare che potrebbe essere l’ultimo della vostra esistenza e porvi dei traguardi con i piedi per terra, dovete pensare cosa potreste fare per aiutare questo mondo per AMORE. (vi allego il link del video e sotto un sondaggio)

 

I CONCETTI CHIAVE DELL’UOMO

L’Onestà e la Dignità come grandi principi dell’uomo, proprio come diceva Pico della Mirandola, “la dignità consiste nel poter determinare la propria natura, nel poter scegliere che cosa essere”.

Ritornando a noi, questi termini molto vicini tra loro formano la vera entità dell’uomo, la PERSONA come conoscenza + uomo, possiamo aggiungerci la libertà, la quale la fa da padrone assoluto soprattutto nella nostra vita, pensate un po’ se ogni uomo avesse una libertà naturale, vivrebbe in perfetta sintonia, pace e armonia con tutti gli altri, cioè se ognuno di noi avesse un po’ di sagacia, il forte interesse che lo leghi alla giustizia ed energia mentale per perseverare con costanza nella sua adesione ad un interesse generale, resistendo ai piaceri della vita, potremmo riparlare di una forma di “anarchia-libertà”. Un altro significato di libertà lo troviamo con Spinosa partendo da questo grande concetto che vi descrivo sotto: il fine dello stato è la libertà, cioè quello di far si che gli uomini sfruttino le proprie funzioni mentali e fisiche in sicurezza usando la propria ragione e pensiero, (quello che manca ai politici).

Se no possiamo pensare allo STATO proposto da PLATONE, il quale doveva avere 2 principi chiave: 1. le classi dei custodi dello stato cioè governanti e guerrieri (difensori che non possono abusare del loro potere, scopi personali), e 2. lo stato (ente) deve controllare e organizzare la macchina cioè (aspetto sicurezza, sociale, economico..). Quindi si potrebbe creare un mondo quasi perfetto come un asintoto (cioè un qualcosa che tende sempre di più ad avvicinarsi ad un altra cosa senza mai toccarla); giustamente se si tende investire sulla cultura e nell’insegnamento del bene una persona non andrà a rubare o a fare del male quindi non serviranno la galera o il carcere … sempre pensieri molto “anarchici o utopistici”. Confido in una riflessione di tutto ciò perché 2000 anni fa questi grandi filosofi e saggi avevano predetto una società migliore ma anche basata su interessi personali e sporchi come al giorno d’oggi. Dobbiamo batterci per riportare i principi in casa nostra.