ESSERE LIBERI

La questione dei soldi è prettamente legata alla società, cioè convenzione tra 2 o più persone che accettano una regola da condividere insieme, quindi compromesso,ma qualora questo aspetto sia insufficiente e controproducente o contrario all’umanità saremo noi stessi i responsabili di ciò che creiamo, siamo gli ARTEFICI DEL NOSTRO FUTURO che noi daremo ai nostri figli !

Il denaro non è altro che un’intermediazione ha ammazzato l’umanità rendendola schiava piena di disuguaglianze economiche, come diceva Pepe Mujica “quando io compro qualcosa lo compro con il mio tempo di vita che ho dovuto spendere per comprarlo” quindi si presume che ragionando liberamente si possa trovare una società più umana, magari ritrattando anche l’intero sistema, ricordando che le rivoluzioni vanno fatte in piazza e in cabina elettorale non con la guerra perché i nostri nonni hanno vissuto le pene dell’inferno in un periodo bruttissimo che non vogliono si ripeti.

l’anarchia, prevista come utopia non è mai troppo distante dalla realtà, l’individuo al centro del mondo insieme alla comunità libera da forme gerarchiche e autoritarie. Una società piatta – orizzontale che ricerchi prima se stessa poi migliori lo status quo – sociale e il Welfare. Bisogna capire che l’ignoranza il crimine l’apatia sono un prodotto della società autarchica

Tutt’ora va ripensato il mondo in cui siamo partendo dalla scuola, entrando nel lavoro basti vedere come la tecnologia ci avvolge, la pericolosità sta proprio li, che non ci comandi; deve essere parte di noi per trovare il buon equilibrio umano di vita lavorare quel che giusto e avere un reddito di dignità … ne parlava Musk, Zuckerberg, tanti altri e da li si ricomincia una società futura sostenibile, libera e semplice.

LA LIBERTÀ È LA CHIAVE DELLA VITA, infatti il LIBERALISMO  è alla base del pensiero  DEMOCRATICO !!

video sul lavoro

Scalare l’IMPOSSIBILE

E’ il periodo del TrentoFilmFestival, nel giorno della presentazione è salito sul palco dell’auditorium il grande alpinista e scrittore Reinhold Messner. Il tema principale del festival è dedicato alla montagna, al paesaggio e all’arrampicata.

Messner parla del fascino dell’ impossibile come una spinta utopica, desiderio, responsabilità, voglia emotiva di compiere l’impresa però non in quanto l’arrivare in cima alla montagna ma trovare il tipo di percorso più intrigante per uno scalatore. Nel ’78 l’impossibile diventa possibile (impossible is nothing) con Habeler scala l’Everest, la montagna più alta al mondo senza l’utilizzo delle bombole, diventando il primo nella storia. Durante queste scalate sono successe tragedie importanti nella storia, Messner perse il fratello, ci sono state altre cadute significative e di interi gruppi e questo ha fatto si che l’attenzione dei media verso questo “sport estremo” fosse messo a conoscenza di tutti.

L’alpinismo nasce più o meno nella metà dell’800, agli inizi le spedizioni venivano pagate dagli enti o dallo stato da ogni parte del mondo, poi successivamente si poteva andare in solitaria individualmente con i propri mezzi; lui stesso dice che chi non prende la decisione di fare non può fallire, lo dice perché ha compiuto più di 100 spedizioni, 31 sopra gli 8000m, ha saputo rischiare entrando nella storia, riscrivendola. Lui ci ricorda che i primi scalatori furono gli inglesi, erano i primi industriali ricchi, avevano tanto tempo libero quindi potevano permettersi l’approvvigionamento, il materiale per le uscite in gruppi.

CHAPEAU per quest’uomo !! concludendo ha parlato di futuro, “dobbiamo impedire alla tecnologia di spazzare via l’alpinismo o meglio la tecnologia non deve distruggere l’impossibile” in sostanza quello che voleva dire è che va bene essere aiutati dalla tecnologia ma non che distrugga l’EMOZIONE DI VIVERE L’ALPINISMO !!

Sicuramente le prossime generazioni non avranno sfide oltre l’Everest ma dovranno dare spazio alla CREATIVITÀ, libertà nella scelta dei percorsi e dell’apertura di nuove vie.

Tecnologia = UOMO?

…Chip a 7 manometri, Hardisk nell’atomo, VR (realtà virtuale), computer quantistici, dove ci spingeranno tutte queste innovazioni ?! Sempre più spinti dalla tecnologia super avanzata e tutti connessi in un mondo sempre più Virtuale Online potremmo essere sostituiti dai robot come in “io robot, film”. Come afferma Stephen Hawking l’uomo necessita di un governo mondiale per evitare il pericolo di essere dominati dalla tecnologia.

Fra poco spariranno pure le Sim, si cambierà operatore attraverso il software integrato o con delle e-sim, le patenti della macchina non ci saranno più, daremo spazio alle macchine pilotate automatizzate elettriche, ci sono già i bitcoin, denaro virtuale.

Possiamo pensare di avere un collegamento per sempre con tutti i macchinari e sapere in tempo reale cosa succede alla nostra casa – domotica, facciamo spazio anche al co-housing, al car sharing, car pooling, andiamo su una società basata sul possesso temporaneo perché non possiamo più permetterci di pagare un prezzo così alto per dei beni che devono essere accessibili a tutti, faccio riferimento al grande lavoro fatto da ELON MUSK il ceo di Tesla che renderà accessibile a tutti la sua auto 3.0 nel 2018-2020, qualche anno fa era impensabile che il prezzo di una tesla potesse passare da 150.000 euro a soli 40.000 circa, FANTASTICO !!

Tesla-Model-E

Ogni giorno scopriamo nuove forme di vita nel nostro pianeta, gli stessi scienziati  ignorano il numero totale delle forme viventi, la ricerca scientifica procede in modo esponenziale sia sulla terra, nel sistema solare e nell’universo, si viaggia verso l’infinito, ma è spaventoso pensare che poi non conosciamo noi stessi come diceva Freud. L’uomo ogni 100 anni compie delle rivoluzioni ma nel cammino lascia delle buche quindi la sfida di adesso è di fermarsi e sanare queste mancanze per portare la società ad un riequilibrio!

STATO = EDUCARE

l’individuo non può star da solo e quindi come dice Aristotele è un’animale sociale, quindi noi tutti dobbiamo occuparci della vita quotidiana, la Politica è la nostra cosa comune, se non siamo capaci di stare assieme allora siamo delle belve o un divinità /dio... La politica è l’ambito del sapere formato da intellettuali /filosofi (Platone) o persone che si dedicano alla conoscenza con formazione (Aristotele). La Politìa era la forma di governo più bella perché era del popolo che lo esercitava nel bene comune mentre la democrazia è si positiva ma che possa esercitare il potere alla maggioranza, cioè da poveri e quindi userà il potere solo per essi e non per tutti. Questo è un risalto importante come lo è al giorno d’oggi. 

E pensare che la filosofia aveva previsto tutto perfino i cambiamenti per i nuovi “filosofi”, i sofisti i quali all’inizio erano con i cittadini per discutere nell’assemblea di una RETORICA poi nel tempo vennero a insegnare a pagamento, sapendo che filosofia è ricerca del sapere questi essendo sapienti non ricercavano quindi divennero falsi sapienti;  ecco che la SOFISTICA ha questa involuzione, la si concepiva come insegnamento per tutti ma Platone stesso la dichiarò sapere apparente e venduto, di fatti tutt’oggi gira ancora il termine “sofisma” ragionamento ingannevole; Stiamo attenti alle informazioni pilotate dal sistema e da chi le scrive.

1dc480962ca2e2ff80a3f30c1b0179b9

Ricordando che se si sa (il sapere) non si ricerca allora non si fa filosofia quindi per Socrate è la continua ricerca un punto importante del sapere perché come disse anche Einstein “l’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento, il dubbio è un potere enorme perché ti fa delle domande sempre a cui devi rispondere quindi mettersi in discussione.   Nel dettaglio per Platone abbiamo 3 categorie: 1. filosofi 2. guerrieri 3. produttori ; Rousseau invece il maestro della democrazia collega il contratto sociale con l’emilio, creare lo stato educatore e il cittadino cosciente con una formazione e dando un contributo attivo in ambito sociale attraverso la democrazia diretta, cioè costruire piccole comunità autogestite che coordinano tra di loro formando federazioni (molto simile a quello che il movimento 5 stelle sta facendo). Quindi la volontà generale è a carattere unitario perché è bene che all’interno dello stato ci siano cittadini liberi e non associazioni parziali che rappresenterebbero interessi particolari. 

Entrando nel particolare e da punti di vista diversi è quello di MARSHALL che però distingue i diritti del cittadino, 1. diritti civili, cioè le libertà negative lo stato garantisce ma non interviene, 2. diritti politici la possibilità di eleggere, 3. diritti sociali garantiti e nel quale lo stato spende per il cittadino (la salute, la scuola..). 

La stessa cosa le leggi che secondo Protagora sono convenzionali cioè create da maggioranze politiche e modificabili, ma senza regole l’uomo non può vivere in (oggetto di più discussioni) una comunità. La legge impone disuguaglianza di per sè… come pensiero finale possiamo liberarci da queste separazioni tipo persone libere e schiave? siamo tutti uguali al mondo !! siamo nel COSMOPOLITISMO !!

 

LA COSTITUZIONE UNIVERSALE

La CMT (costituzione mondiale della terra) potrebbe presto esistere o meglio dovremmo capire che il mondo, cioè la terra è degli umani cioè nostra, di tutti, senza distinzioni di qualsiasi genere, quindi per assurdo è come ci vivesse solo una tipologia di uomo (per esempio l’homo di Neanderthal piuttosto che il sapiens). L’uomo in sé è una forma misteriosa di UMANITÀ.

Possiamo Mettere l’uomo al centro dell’universo proprio come diceva Marx con qualche teoria hegeliana … quella “che nel progresso tecnologico, moltiplicando le capacità produttive strutturali, sarà in grado di creare con il tempo le condizioni necessarie e sufficienti per il passaggio dal sistema CAPITALISTICO a quello SOCIALISTA… con la tecnologia che produrrà uno stato di abbondanza generalizzata in CUI OGNUNO potrà guadagnare in base non al lavoro svolto ma ai propri bisogni. L’APOCALISSE !!

Dobbiamo capire noi stessi prima, capire i nostri problemi esistenziali, la nostra mente, complicatissima da capire, la nostra anima, poi possiamo affrontare i temi della sfida della vita, intesa come spinta verso un asintoto (una linea tendente sempre verso l’infinito che non tocca mai però che ci vada vicino sempre più), la tendenza a creare la società perfetta già argomentata da Platone e rivista da Hegel e Marx soprattutto come sopra citato e riportato frasi molto contenute e l’immagine in copertina che raffigura l’uomo al centro di tutto; perché noi stessi in 2000 passa anni abbiamo cercato di cambiare le abitudini dell’uomo ma non ci sono riusciti neanche con le guerre, brutte che siano, dobbiamo avere delle cose comuni:

  1. l’abitazione (luogo sacro dove vive la famiglia): la vitalità 
  2. il mantenimento dell’uomo cioè sapersi rinnovare di suo con la sua intelligenza e con l’aiuto in bene della tecnologia, (l’intelligenza è la capacità di adattarsi al cambiamento )
  3. riappropriarci dei diritti andati persi con il tempo, nell’evolversi l’uomo lascia sempre qualcosa per strada, RIPRENDIAMOCELO !

 

CHANGE

Perché nel cambiare un piatto in tavola, il cameriere non esita e lo cambia subito, mentre per cambiare la società o meglio alcune regole (che noi chiamiamo leggi o decreti o norme) ci vogliono anni…..

Non è proprio così la storia, in Italia dagli anni 90 in poi l’avvento di una casta politica sempre più propensa allo sperpero di soldi e di ruberie da nascondino di “enorme furbizia” possiamo proprio dirlo soprattutto molto irrispettosa della costituzione con attacchi a diritti dei cittadini perdendo sovranità in tutti i campi. Troviamo poi questa grande potenza mondiale del club BILDERBERG, banche americane JPMORGAN e la TRILATERAL, queste organizzazioni che ci indeboliscono e che decidono le sorti di paesi e il futuro di generazioni devastando la civiltà nel suo più assoluto silenzio. D’altronde in Italia siamo giunti a questi fatti: abbiamo deputati con reati gravissimi in parlamento non condannati per l’impunità che hanno o per una serie di privilegi con la giustizia e leggi che si fanno per salvarsi, contatti mafiosi con il crimine organizzato (siamo un grande paese di esportazione di mafie), tantissimi conflitti d’interessi, insomma chi ne ha più ne metta.

img_0505

In questo mondo fatto di ipocrisie di tutti i colori possiamo constatare:

per cambiare bisogna l’aiuto di tutti quindi una democrazia, ovviamente servirebbe che ognuno lavori bene nel suo settore e che non abusi di potere in qualsiasi situazione confermando il rispetto per la carta costituzionale; Poi c’è da dire che dai tempi di Platone  i filosofi avevano intravisto queste procedure o strategie volte a rifugiarsi o creando disagio nella gente per la situazione politica in quanto abusavano di soldi di interessi di poteri. Dobbiamo veramente riformare la testa di tante persone, investire nella cultura cosa che non si sta più facendo attraverso l’uso di droghe mentali: slot machine per esempio.

CHANGE NOW TOGETHER !! RESPECT AND APPLY THE RULES (CONSTITUTION)  

 

 

L’UMANITÀ

NOI VIVIAMO IN UNA SOCIETÀ RICCA, POTENTE E DISEGUALE.

L’Intro alle nazioni unite di Mujica emerito presidente dell’Uruguay, ha colto tutti di sorpresa parlando di questa nuova forma: la democrazia, e non più il potere forte delle banche e del CAPITALISMO, basato su D – M – D+ (merce – denaro e più) il denaro produce merce con l’industria le fabbriche poi una volta venduta ne produce di più incrementando investimenti a livello globale, in questa GLOBALIZZAZIONE fatta dal mercato, dobbiamo staccarci da questa visione signori abbiamo poco tempo per fare LA RIVOLUZIONE DELL’UOMO se no saranno dolori per i nostri figli e per l’umanità.

mujica e la vita il video parla chiaro è un colpo al cuore, ascoltatelo perché vi verranno i brividi.

L’uomo deve staccarsi da questa FINTA realtà, dobbiamo respirare aria nuova, perché abbiamo tutte le carte in regola per arrivare a creare una nuova visione di vita: dobbiamo pensare a lavorare di meno e tutti con dignità, equità e giustizia, dobbiamo far capire agli ipocriti che già domani possiamo cambiare, solo per il semplice fatto che la CRISI NON è ECOLOGICA MA POLITICA !! gli interessi banchieri, multinazionali, dei governi, personali soprattutto mafiosi in Italia stanno a difesa del sistema che non sta più in piedi. Noi siamo nati per la FELICITÀ, la vita è una sola non possiamo lavorare a vita, il lavoro è una parte della vita, dobbiamo staccarci da queste fasulle ideologie. 

“quando io compro qualcosa, o tu, non lo acquisti con il denaro; lo acquisti con il tempo della vita che hai dovuto spendere per avere questo denaro, ma con questa differenza, l’unica cosa che non si può comprare è la vita, la vita si spende ed è MISERABILE spendere la vita per perdere la LIBERTÀ” Pepe Mujica nel suo discorso prosegue dicendo che dobbiamo guardare ad una cultura differente e non possiamo permetterci guerre e invece le stiamo facendo per via di interessi globali, i nostri figli devono vivere FELICEMENTE USANDO LA NATURA E NON FACENDOSI DEL MALE !…. vi lascio con un post del parlamentare Di Battista sugli accordi.. da brividi cosa stanno facendo! SVEGLIATEVI SIGNORI 

fullsizerender

i Perché

Vi siete mai chiesti un perché della vostra vita, esistenza, il vostro scopo? una vita limitata per cosa ? perché ci hanno assegnato un compito: 

VIVERE E NON MORIRE – PACE E NON GUERRA – LIBERTÀ E NON SERVITÙ – DEMOCRAZIA E NON DITTATURA

Ma tornando a noi ad esempio, per quanto riguarda questa distinzione tra demos + crazia e dittatura .. di questi tempi possiamo dire che la dittatura può essere tutt’altro che negativa, perché ci possono essere delle filettature cioè dei diversi punti di vista, ad esempio una dittatura sobria, prendere tutte le cose positive e applicarle sotto forma di obbligo per uno stato, dall’altra parte la democrazia permette di ascoltare i cittadini come ci hanno insegnato i greci, (Socrate, Platone, Aristotele..) è possibile che succeda l’inverso da un possibile accordo positivo ad uno negativo perché se queste persone fanno interesse personale e non collettivo allora questa forma di democrazia cambia e diventa appunto dittatura negativa. Ecco come le carte in tavola possono cambiare da un momento all’altro, da questo spunto posso raccontarvi altri esempi ma basta questo per dimostrarvi che “le insidie sono dietro l’angolo”.  L’ambiguità è presente in tante cose e questo può portare a FRAINTENDIMENTI NELLA VITA QUOTIDIANA !

D’altra parte vi siete mai dati delle risposte ai perché ? vi siete INFORMATI, avete usato:

  1. immaginazione
  2. intelligenza (intelletto, Ragione)
  3. amore (attraverso sentimenti)
  4. Buon senso
  5. Conoscenza (personale che universale-scientifica)

Quindi arrivati a questo punto, viviamo per cosa ? perché dobbiamo lavorare ? perché c’è gente che prende 80 milioni l’anno e io devo “morire”? perché gli sportivi non lavorano, fanno fatica ma non fanno nulla per la società civile, la fanno per lo sport con i soldi che prendono, noi invece lavoriamo e stiamo alle regole (inutili,troppe e sbagliate) e non risolviamo nulla (causa politica) invertiamo questo mondo… POSSIAMO CAMBIARE PRESTO DOBBIAMO FARLO TUTTI INSIEME COME UNA FAMIGLIA UNITA !!

IL FESTIVAL REALE MA FINTO …

Ai primi di giugno a Trento si è tenuto come sempre il FESTIVAL dell’ECONOMIA spinto dalla PROVINCIA da più di un decennio, come da tradizione ci sono appuntamenti innovativi tra professoroni, aziende, dirigenti, i premi nobel tipo Stiglitz, Krugman, poi giornalisti come Roberto Saviano, direttori di banche mondiali, il presidente dell’Inps Tito Boeri, tanti altri esperti nei vari settori, per non parlare di tecnologia quelli che vogliono creare un’idea (azienda) dal nulla=start up o di crowdfunding di finanziamento attraverso la rete o di comunità e di altre realtà più democratiche e futuristiche basate sulla digitalizzazione e anche non. Dobbiamo implementare e testare nuove ambizioni perché dobbiamo spingerci verso l’utopia se giusto o sbagliato fare questa scelta piuttosto che altre.

Trento-Festival-of-Economics-2015-Nobel-Laureate-Joseph-Stiglitz-and-Tito-Boeri-Photo-by-Daniele-Mosna_graph_popup.png
Tito Boeri e Joseph Stiglitz (festival economia 2015)

Insomma ce ne parlano bene per 5 giorni poi tutti a casa a vivere la propria vita quotidiana, quando domani mattina possiamo applicare queste idee e metterle in pratica, discuterle senza burocrazia, senza intermediari, senza politica, senza passaggi, sotterfugi, richieste e soprattutto deleghe. Quello che si vuole è un’anarchia democratica poche leggi e uno stato che dia garanzie a una vita degna, salute per tutti, il tele-lavoro della 4 rivoluzione industriale; abbiamo paura di demagogia, di persone nuove, di inesperti ma finiamola che sono secoli che abbiamo avuto incapaci corruzione e fallimenti, cerchiamo di aprirci di mentalità e flessibilità, riguardiamo questa equità meno soldi allo sport, BASTA QUESTE DISUGUAGLIANZE, se no non si va da nessuna parte !

Gli argomenti, le tematiche scelte sono molte e variano con dettagli non di poco conto. Questo insegnamento, l’apprendimento nei luoghi di dibattito e la capacità di ascoltare e di farsi appunti, questo è un tipo di scuola dobbiamo anche superare la tradizione scolastica: il voto, il giudizio, le 10 materie a memoria… no basta ! eliminiamo questo sistema visto che in Finlandia, in Olanda stanno cambiando dall’istruzione la vita umana, rendendola più semplice e tranquilla senza tanti stress e dando a tutti la possibilità di arrivare a 100, senza discriminazioni di vario genere. Utilizziamo il digitale, i tablet e riprogettiamo la lezione come relazione BIUNIVOCA cioè il professore spiega per 10 minuti un progetto e poi gli alunni lo realizzano durante con gli strumenti appositi.

CAMBIAMO MENTALITÀ = L’UOMO HA BISOGNO DI SVAGO DI CAMBIARE DI PROVARE !!

 

Il nostro FUTURO

L’altro giorno al Trento Film Festival c’erano 2 persone molto influenti, soprattutto Luca Mercalli e poi Don luigi Ciotti; il secondo ha parlato della realizzazione dell’enciclica, questa lettera che il papa scrive di rituale su temi specifici: morali-sociali-etici di situazioni reali, indirizzata al vaticano (chiesa), una questione molto profonda, ricco di sentimenti, parlando di disuguaglianza di guerre inutili, ecc. di cose che dovrebbero dire i politici ma invece e purtroppo non è così, dall’altra parte invece un Mercalli pieno di dati, statistiche e documenti che già 30 anni fa l’ONU e ricerche mondiali invitarono le istituzioni in primis con i governi sul piano climatico-ambientale-umanitario, cioè  cominciare pian piano ad abbandonare l’ENERGIA FOSSILE (cosa che il governo Renzi ha invece favorito con il petrolio e non solo, vergognoso riconoscimento e regalo alle lobby) e di investire NELLE ENERGIE SOSTENIBILI, nelle RINNOVABILI si aprono immense prospettive di cambiamento di lavoro e di nuovi campi societari più puliti. Come visibile nell’immagine di copertina del post si nota che se continuiamo così aumenteremo di 5 gradi la temperatura sul pianeta e che andremo verso un’estinzione visto che si scioglieranno i ghiacciai della Groenlandia e con questo si alzeranno gli oceani di 1 m, causando migrazioni di popolazioni e di conseguenze gravissime come la copertura totale della florida sotto il livello dell’acqua come Venezia, Cesenatico, Rimini. Quindi non è il terrorismo il 1 problema di cause di migrazioni ma il Clima causato dall’uomo e dovuto all’industria: petrolio, carbone, emissioni di sostanze tossico – nocive e inquinanti che l’uomo e i macchinari emettono danneggiando l’umanità la natura stessa.

IMG_2075

In questa foto si evince che se continuiamo così andremo verso l’innalzamento del livello del mare/oceano come ho scritto mentre se seguiamo pian piano la linea viola e la linea arancione nella prima foto con tutta l’umanità che si adegua al cambiamento OBBLIGATORIO !! perché qua siamo su una barca e affondiamo tutti sia chiaro, qua non si tratta di sinistra, destra si tratta di UMANITÀ.

devo chiamare GOKÙ o ci svegliamo prima …. !?!? UOMO AVVISATO MEZZO SALVATO