Le sfide culturali di domani

“ti ho bloccato” il blocco sui social che va di moda 

Incomincio da qui, ripartire da zero, ricostruire i valori persi in questi 30 anni di puro cazzeggio politico e all’abbindolare i cittadini sul grande fratello. Se si progetta in lungimiranza e in cose fattibili come la cultura i risultati arrivano e la società tenderà sempre alla perfezione come un ASINTOTO. A Trento il FESTIVAL DELL’ECONOMIA (31m -4 giugno)sarà sull’AUTOMAZIONE e sui REDDITI puntare sui diritti acquisiti sviluppare un ecosistema SOSTENIBILE, basta merci ogni regione ha la sua realtà di etnie se si vuole fare la pizza in america basta scambiarsi la ricetta, it’s easy !!! 

UNA TRASFORMAZIONE quella della RETE che non deve essere negativa ma ci fa capire come le disuguaglianze i metodi o i modi di operare nel mondo lavorativo ti facciano vedere 2 cose diverse: la disorganizzazione programmatica societaria le scelte nel pubblico e nel privato. Abbiamo tutto per realizzare la miglior perfezione societaria e non capiamo cosa bisogna fare per i docenti o per dare 2 euro ad uno che perde lavoro a 50 anni, le grandi menti sono quelle che riescono ad adattarsi al cambiamento (cit. einstein).

Qua non è molto chiaro ma serve una bella stangata culturale, l’ho detta forte ma è così già da 10 anni orsono; l’istituzione deve essere sempre aggiornata più avanti del cittadino, però non è così, quindi bisogna formare persone per il futuro non possiamo avere docenti ancora con il gesso e la lavagna, bisogna integrare e ispirarsi ai modelli olandesi e finlandesi (come nel link) 

https://www.youtube.com/watch?v=_2CC6hGeTFA&t=187s

faccio un esempio una scuola con la mobilità sostenibile cioè studenti in bici e uso autobus, orari dalle 9 fino al pomeriggio, togliere il sabato, fare meno anni, meno materie, bastano le lingue e qualche materia e ripristinare educazione sociale civile (civica) sessuale, ELIMINARE I VOTI CHE SONO UNA VERA DISCRIMINAZIONE, il valore della persona sta in quello che sa fare non in quello che non lo è. 

Poi la grande sfida è il lavoro – reddito siamo ancora aggrappati a delle radici del dopoguerra è una cosa spaventosa, la tecnologia avanza e la società non ci sta dietro è assurdo. Ma poi come facciamo a vivere degnamente senza troppo lavoro o senza fare nulla ? 

semplice implementare redditi di cittadinanza in futuro si appresterà sul reddito UNIVERSALE, rinnovare i diritti e inserire quelli acquisiti dobbiamo capire che la casa, il cellulare, .. sono oramai diritti acquisiti tutti devono avere un tetto. La tecnologia farà la sua strada certo bisogna temere l’I.A. dobbiamo stare attenti alla sicurezza.

Nel 93’ Agnelli disse lavorare tutti per lavorare meno sembrava utopia ma è già così in gran parte delle aziende che lo hanno capito. Di recente un professore disse che se insegniamo una cultura 4.0 non avremmo più ladri più bugie meno reati avremmo la vera pace. 

In conclusione dobbiamo staccarci da questo mondo pieno di regole, paletti, vincoli dobbiamo essere uomini liberi, LIBERTÀ ANARCHIA LIBERO ARBITRIO.

Annunci

ESSERE LIBERI

La questione dei soldi è prettamente legata alla società, cioè convenzione tra 2 o più persone che accettano una regola da condividere insieme, quindi compromesso,ma qualora questo aspetto sia insufficiente e controproducente o contrario all’umanità saremo noi stessi i responsabili di ciò che creiamo, siamo gli ARTEFICI DEL NOSTRO FUTURO che noi daremo ai nostri figli !

Il denaro non è altro che un’intermediazione ha ammazzato l’umanità rendendola schiava piena di disuguaglianze economiche, come diceva Pepe Mujica “quando io compro qualcosa lo compro con il mio tempo di vita che ho dovuto spendere per comprarlo” quindi si presume che ragionando liberamente si possa trovare una società più umana, magari ritrattando anche l’intero sistema, ricordando che le rivoluzioni vanno fatte in piazza e in cabina elettorale non con la guerra perché i nostri nonni hanno vissuto le pene dell’inferno in un periodo bruttissimo che non vogliono si ripeti.

l’anarchia, prevista come utopia non è mai troppo distante dalla realtà, l’individuo al centro del mondo insieme alla comunità libera da forme gerarchiche e autoritarie. Una società piatta – orizzontale che ricerchi prima se stessa poi migliori lo status quo – sociale e il Welfare. Bisogna capire che l’ignoranza il crimine l’apatia sono un prodotto della società autarchica

Tutt’ora va ripensato il mondo in cui siamo partendo dalla scuola, entrando nel lavoro basti vedere come la tecnologia ci avvolge, la pericolosità sta proprio li, che non ci comandi; deve essere parte di noi per trovare il buon equilibrio umano di vita lavorare quel che giusto e avere un reddito di dignità … ne parlava Musk, Zuckerberg, tanti altri e da li si ricomincia una società futura sostenibile, libera e semplice.

LA LIBERTÀ È LA CHIAVE DELLA VITA, infatti il LIBERALISMO  è alla base del pensiero  DEMOCRATICO !!

video sul lavoro

La Piramide Rovesciata

In italia si dovrebbe cominciare a cambiare rotta, a partire dal potere. E’ proprio lì che si deve girare la piramide che per troppi anni se non decenni ha snobbato il fulcro, il succo della nostra esistenza. Noi umani siamo nati per vivere quei 80 anni mica per morire per 400€ mensili, il denaro è tutto un sistema marcio e sbagliato, quello che c’è adesso non è capitalismo è questo (guardatelo bene questo video).

Bisogna cominciare a vedere il futuro non il passato, SIAMO IL PASSATO CHE NON PASSA MAI; un paese regresso sempre con più vecchi e i giovani accaniti alle “droghe” delle slot machine, scommesse, alcol e droghe vere. Voglio ragionare da grande, investire nella cultura, nell’intelligenza, usare il cuore, questo è progresso di una civiltà con l’aiuto della tecnologia. Ristabilire i principi che la costituzione affermava e aggiornarla alla nostra epoca digitale. Dobbiamo mettere il CITTADINO davanti a tutte le cose poi sotto tutti gli altri con dei veri garanti senza conflitti d’interessi e con delle regole (non troppi vincoli) da rispettare ben precise.

01_01_04_img

Riprogettare un sistema è stupendo perché non pone limiti all’immaginazione soprattutto al mondo delle idee. Dobbiamo puntare sulla paideia greca, cioè sull’educazione – trasmettere conoscenze, esperienze, FORMARE LA PERSONALITÀ. La Cultura cioè insegnare la filosofia, l’arte della ricerca dell'”informazione” al giorno d’oggi bisogna chiamarla così, perché attraverso i canali più vari (internet, enciclopedie ed esperienze umane), si può conoscere, imparare e capire. Bisognerebbe poi parlare di Giustizia, o meglio “eudaimonia” felicità, insegnare il bene facendo capire cos’è l’ingiustizia, il male.

Dobbiamo mettere in pratica le nostre teorie e provarle, dalle parole ai fatti, “conta il campo non la conferenza stampa” come direbbero gli sportivi. Vi consiglio di partecipare e di dire la vostra nella società anche perché gli strumenti per cambiare ci sono, bisogna prima mandare a casa queste persone che ci stanno distruggendo un futuro e poi farci una super costituzione da non permettere più a nessuno di rovinarci.

Per approfondimenti seguitemi anche sul canale youtube, ci saranno video sempre su queste tematiche, MY CHANNEL