che cos’è la vita

Ci siamo già posti il perché di tutto.. “chi sono” “da dove vengo” “lo scopo della vita” … insomma tutte domande a cui bisogna capire il perché di questo piuttosto che di quell’altro, l’ovvietà non si deve dare per scontata. Anassimandro disse che l’origine di tutto è l’ápeiron cioè l’indistinto una mescolanza indefinita da dove scaturirebbero tutte le cose e quindi non dall’acqua come diceva Talete. Si cominciò con Eraclito (poi Lavoisier) tutto scorre, ogni cosa muta, tutto diviene .. un cessante movimento il nostro cosmo, lui invece sostenne che il fuoco fosse il simbolo del divenire. il grande Parmenide disse ” la caratteristica fondamentale dell’essere è la sua esistenza, quindi l’essere è unico, illimitato, eterno, immobile. Empedocle disse che acqua fuoco terra e aria combinandosi con loro formarono amore e odio questi 2 principi cosmici da cui dovremmo lottare per la sopravvivenza per poi ritornare alla lotta fra opposti, il mondo lotta attraverso una separazione ingiustizie tra esseri viventi ma ciò che nasce deve morire e ritornare nell’indistinto rigenerarsi. per concludere Anassagora disse che ogni singola cosa è composta da tutto cioè da materia.

Detto tutte queste cose mi attingo a racchiudere un sistema perfetto:

  • l’uomo deve riconoscere i sensi(cuore-sentimenti) e la razionale (intelletto – ragione)
  • implementare l’immaginazione come disse Einstein (l’imma. è più importante della conoscenza)

Il senso della vita è secondo me il casino più difficile perché capire a 20 anni quello che si vuole fare della vita è un’utopia mostruosa in questa società basata sul nulla ritornando a noi è proprio così, forse quando avremmo un mondo senza confini con diritti al 100% potremmo essere felici e trovare il senso della vita di tutti i cittadini, senza pensare a queste cose come i bot o un cct. Ma vi pare un mondo reale? dai su ragioniamo bene che il mondo perfetto di Platone esiste, basta orgoglio, pazienza e voglia.

La vita è fatta da equilibrio “vivere secondo ragione” come mi pare ovvio dalla foto di copertina, dobbiamo sicuramente approfondire nelle scuole di pensiero.

 

Annunci

LA SEMPLICITÁ

ANALIZZANDO .. dalla tecnologia che negli ultimi decenni si è evoluta tantissimo dalle ricerche effettuate prima, possiamo usufruire noi cittadini di prodotti terminati, i cosidetti, finiti; cioè tutti possono avere tutto. Bisogna considerare i diritti, l’acqua la salute la casa .. queste cose dei beni che non si possono togliere ai cittadini, definendoli inalienabili.

Partendo dai social, abbiamo la possibilità di confrontarci con tutti in diretta attraverso file audio, video, immagini, lettere, post o articoli (blog/siti), ma vengono meno le relazioni umane e siamo sempre più paurosi di vivere umanamente la vita. quindi stiamo attenti e non ficchiamoci troppo il naso, cerchiamo di capire che queste tecnologie ci servono molto ma che possiamo farne a meno o specialmente non dobbiamo abusarne per poi diventarne DROGATI.

Da questa situazione possiamo capire come il MONDO del LAVORO E SCOLASTICO si siano veramente DISTACCATI, perciò per risistemare dobbiamo inserire la tecnologia gradualmente e puntare ad eliminare il cartaceo sempre di più e far lavorare gli alunni con computer o tablet. Non solo utilizzare i tirocini per “testare” i giovani per fargli approfondire come si lavora per poi essere assunti oppure continuando a cercare quel che fa per voi, sempre alla ricerca della vostra idea, concetto che volete perseguire della vita, per tanto crederci sempre, MOLLARE solo dopo aver dato il 101%!!

La semplicità come primo passo “per un cerchio di vita“; perché io credo che arrivati ad un certo punto l’umanità si fermerà seppur continuando a migliorare, ma sarà satura, cioè avrà raggiunto la quasi perfezione in tutto, nel suo complesso di società, di organizzazione culturale a partire dall’ONESTÁ, ALLA SINCERITÀ, ALL’EDUCAZIONE, ALLA RESPONSABILITÀ ALL’AMORE AI DIRITTI PER FINIRE ALLA PACE VERA TRA POPOLI !!

IL BENE DEVE SEMPRE TRIONFARE … sempre se si tratti di questo ma con l’aggiunta di AMORE, INTELLIGENZA, IMMAGINAZIONE, SENSAZIONI E CAPACITÀ RELATIVE

SPINGERSI OLTRE

Siamo sempre insoddisfatti, abbiamo sempre da recriminare su qualsiasi cosa… il mettersi in discussione, avere dei dubbi, sprona la gente, vorrebbe dire provocare o invogliare la gente a fare di più (come faceva fare steve jobs, visionario) a conoscere a fare qualsiasi cosa, lavorare, aiutare, a tutto nella vita. Quello che in questa società tecnologica manca è proprio l’incrocio, cioè meglio l’unione tra invenzione e innovazione, cioè integrare la tecnologia al meglio nella vita quotidiana, nei servizi istituzionali, lavorativi e del mondo dell’hobby. Quello che posso dire è che la Apple è stata capace come nessun altro di applicare questo concetto, ed è avanti anni luce, perché l’uomo in futuro lavorerà sempre di meno a causa di macchinari sempre più evoluti, (sempre con cautela e protezione).

IMG_3062

Dobbiamo sempre ricercare, come lo è la filosofia, l’arte del ricercare sempre, farsi delle domande ed esaminarle profondamente nei suoi rami più disparati possibili, mischiando immaginazione, scienza, scoperte, conoscenza e intelletto per creare una società “perfetta” (per quanto possa essere vera questa parola, almeno applicabile con i fatti, cioè migliorarsi sempre, noi stessi in primis poi gli altri). ricordiamo che l’uomo cambia idea, “la nostra società prevede sempre il dubbio, guai quelli che sono sicuri fino in fondo, il dubbio è PROPOSITIVITÁ” Cit. Bennato. Stiamo attenti a non abbandonare la partita perché possiamo regalare la vittoria all’avversario e creare dei “futuri alternativi” come diceva il vecchio Doc in (ritorno ali futuro) possiamo danneggiare le nostre future generazioni, come proprio il mondo attuale e così non va per niente bene.

Il risultato deve essere sempre a favore dei cittadini, che sia per se stessi o per qualcuno di importante o per una società giusta, degna e democratica. Combattere per i principi chiave, per i diritti, per le carte costituzionali (da migliorare – aggiornarsi ) farsi valere in tutti i modi, significa affrontare il proprio corpo-anima e conoscere in dettaglio tutti i problemi per poi migliorarli o capirli. il bene deve trionfare, w Luke Skywalker !!

La RICERCA del BENE

Come facciamo noi a distinguere il bene dal male..è semplice noi da piccoli veniamo “dirottati” o meglio la mente, gli occhi tutti i nostri “sensori umani” ci dicono quello che è un bene per la società per la nostra vita e ciò che è il male. Poi ci sono delle circostanze delle situazioni che il “Bene” è scambiato con il “Male” perché magari nasci in un posto dove si fa la guerra o dove la realtà è mistificata, cioè cambiata e per quelle persone il bene è ammazzare persone per natura, per nascita perché ripropone il MITO DELLA CAVERNA DI CUI PARLA PLATONE. Mentre per Epitteto disse “veniamo al mondo senza avere nessuna nozione naturale del triangolo rettangolo, del semitono; ma le apprendiamo ciascuno mediante insegnamento tecnico …Del bene e male, invece, del bello e del brutto di ciò che si addice e non si addice. Poi c’è lo SCETTICISMO, una posizione che assume molteplici significati, in cui confluiscono un atteggiamento positivo e uno negativo, il primo consiste nella “ricerca” (porsi domande sulla verità del mondo e dell’uomo), il secondo consiste nel “dubbio” ossia nella consapevolezza di come sia impossibile arrivare ad una decisione definitiva sul contenuto di verità di ogni conoscenza.

…Gli anelli che collegati fra loro formano una catena rappresentano un’ unione di qualcosa di astratto oppure di concreto magari in riferimento alla vita o un simbolo che lega delle persone o l’amore stesso … Ecco gli anelli sono le basi e ognuno rappresenta un puntino un settore un ambito della vita. Uniti questi puntini formiamo il concreto, in questo caso formiamo la vita o la società completa di tutto. Parlando proprio di questi settori e analizzando il grande pensiero di prima e introducendo il concetto di conoscenza possiamo definire alcuni passaggi importanti: l’ANIMA E LA CONOSCENZA. Platone parlava della teoria delle idee, cioè considerava le idee prese dal pensiero cose già reali, diversamente da Aristotele suo allievo, ma con stretto rapporto tra sensazione e intelletto diceva che la conoscenza inizia sempre dai sensi, cioè che tutto deriva dai sensi. Bene queste 2 principali affermazioni compongono gran parte del capire attraverso la ragione, l’intelletto, i sentimenti e come disse Einstein “l’immaginazione è più importante della conoscenza”, la conoscenza attraverso i sensi (buon senso e l’uso dell’amore per le cose).

L’AMORE come l’UNIVERSO

L’amore è il sentimento più grande dell’uomo, degli animali delle piante .. coinvolge tutti partendo dalle amicizie con le cosiddette friendzone. Ci si innamora partendo dal divertimento vivendo quotidianamente con ragazzi/e. In questo grande “universo” dove ci si frequenta, ci si prova, ci si entra fino a commettere errori comuni e scelte difficili che la vita ci riserva, alle gelosie, agli abbandoni, alle conquiste indesiderate, agli amori non voluti, alle casualità, insomma si cerca di tutto per arrivare alla procreazione, ma non tutti, c’è chi sceglie altre strade l’omosessualità, il cambio di sesso, adottare un bambino da una donazione da altri.

Un’altra controversia è la BELLEZZA: l’amore si serve della bellezza come di uno strumento per sorpassare i limiti del finito e raggiungere l’eterno, cioè la felicità. Come disse Platone, l’Eros è amore per la bellezza quindi l’amore come attrazione e atto di volontà cioè l’amore erotico. Si dovrebbe amare per volontà, per unione, per decisione propria e per sempre e il volerlo (quello che viene trascurato maggiormente, visti i casi di addio o di separazione). nell’essenza, tutti gli esseri umani sono identici, sono tutti parte di uno: siamo uno. Partendo da qui non importa chi amiamo, conta la volontà di unirsi con un’altra persona che ameremo per sempre anche nei suoi difetti.

Un altra cosa importante è l’amore per il prossimo, sapendo che il mio amore è una cosa preziosa. Il problema è amare una persona che non ha nulla che vedere con me o se è un corpo estraneo ma bisogna sapere che anche lui è un abitante della terra al pari di un insetto, di un verme, di una biscia e anche a lui toccherà una parte di mondo seppur piccola. Quindi lo sforzo di “amarlo” in questo caso significa rispettarlo quello che dovremo fare tutti noi per avere una società tranquilla senza odio.

slide_11

La bellezza è oltre ad essere soggettiva è anche ricavata dai 5 sensi da attribuire ad oggetti, animali e persone. L’amore è il sentimento più grande dell’uomo per il quale diamo la vita.

Plotino l’origine del bello è nel mondo delle idee e il suo principio è il BENE – UNO (molto vicino all’idea di Platone).