l’Italia riparta dalla scuola del futuro

Tante volte ci domandiamo cosa significhi “studiare” “memorizzare” “capire” o altri termini, proviamo ad immaginare invece una nazione basata sulla semplicità e sui principi come le fondamenta di una casa, che diano le basi per un futuro vero-concreto, che questo paese ha bisogno, per poi magari esportarlo. Partiamo subito dal principio che studiare non serve, ve lo assicuro io, perché dico questo, perché sotto questa parola ho scoperto che quando una persona qualsiasi finisce gli studi non ha bisogno di sapere a memoria una cosa, perché subito dopo la dimentica se non gli interessa, cerchiamo invece di far piacere ai ragazzi la scuola e dobbiamo far interessare loro alle cose se non ci riescono loro, proviamoci noi con modi diversi ma efficaci e anche perché  quando si trova lavoro si “studia” quello. Cosa voglio dire con questo, in Olanda ad esempio fanno scuola + lavoro e fanno entrare i ragazzi nelle aziende il pomeriggio così possano imparare, PERCHE NON SI NASCE IMPARATI, forse 1:1.000.000 ce la fa, un po’ come la canzone di Jovanotti. Proseguiamo e passiamo alle materie, perché non ha senso avere 10 materie e poi troppe perplessità, dubbi, giramenti di testa, noi dobbiamo basarci su : 1. studiare le materie necessarie per parlare, scrivere e ragionare queste sono le chiavi della vita + l’amore; cioè la lingua del proprio paese o più, la filosofia per la ragione e capire le cose e si qualche calcolino – esperimento. 2. si dovrebbero accorciare gli anni di scuola nei 3 livelli scolastici (elementari, medie e superiori); 3. inserire “creazione musicale e sportiva” cioè favorire le band i gruppi a iniziare a suonare, stessa cosa per lo sport, 4. inserire alle superiori, ad esempio durante gli ultimi anni, l’inserimento nelle aziende da parte dei ragazzi o aprire agli stage-tirocini estivi o durante le lezioni.

Dopo i punti di costruzione della “casa della scuola” Introduzione dei libri, tutti digitali, formato ebook con l’uso dei tablet questo comporta riduzioni costi famiglia e il peso degli zaini viene annullato, poi obbligare i professori a fare dei corsi di aggiornamento e di usare lavagne interattive e multimedialità a scuola, uso social network e altri sistemi per stare con la classe, inserimento registro elettronico online, come ultima cosa una CULTURA DIVERSA DAL:

smettiamola con “troppe insufficienze non passi” o ” con un 3 non riuscirai a passare” dobbiamo eliminare la media dei voti, dobbiamo girare la pagina del libro e cambiare subito.

per il resto seguitemi sul canale youtube qui sotto e a breve farò un video su queste cose implementando altre cose.

https://www.youtube.com/channel/UCEKiW0HB3hIPMpdyr2l–3w

Ci sono anche tante altre cose

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...